Gozo e Comino

Gozo, l’isola della gioia, è sorella di Malta, tuttavia ne differisce in una maniera magica e affascinante. La pace e la tranquillità che regnano sull’isola, assieme al suo carattere unico, conferiscono a Gozo un fascino particolare. Una visita di Malta non sarebbe completa senza aver trascorso del tempo a Gozo per scoprire le sue perle nascoste.

Giungendo al porto Mġarr vedrete un porto di pescatori che si è ormai evoluto fino a fungere da marina per yacht e barche. Appollaiato in alto su un lato dell’isola si trova il Forte Chambray che si affaccia sul porto.

Da qui finirete di sicuro, in un modo o nell’altro, fino a Victoria. La capitale di Gozo è una città affollata con molto da offrire. Tra le stradine strette e tortuose dei quartieri più antichi che conducono alla piazza di fronte alla Basilica di St. George, i vari musei e le tante chiese, la troverete affascinante. Ed oltre a tutto questo c’è la Cittadella, il borgo medievale fortificato all’interno della città!

Il resto dell’isola è un insieme di tranquilli paesini sparsi per le colline e le valli gozitane. Ogni paese ha il suo santo patrono. Di fatto, le attività estive a Gozo sono tutte feste cariche di allegria, colori, musica e fuochi d’artificio in onore di questi santi. Alle spalle dei paesini si estende la campagna con alcuni paesaggi davvero scenografici.

Lo stesso panorama fa da sfondo anche a diversi tipi di sport e di avventure, ma molti sarebbero felici anche solo di visitare questi luoghi! Dalle affascinanti insenature come la grotta di Mġarr ix-Xini fino e le scogliere di Tas-Sanap, fino alle varie spiagge di sabbia come Ramla l-Ħamra e le diverse torri lungo la costa, Gozo è come un grande set cinematografico – tutto è pronto per l’azione!

E durante il vostro tour dell’isola ci sono dei luoghi che non potete perdervi come Ġgantija, i più antichi templi indipendenti.

Nel frattempo, anche la più piccola isola di Comino ha una reputazione tutta sua. Foto delle incantevoli acque della Blue Lagoon hanno fatto sì che l’isola venisse vista come il paradiso del Mediterraneo, ma oltre a questo, Comino offre molto di più. La Baia di Santa Maria è un’ottima spiaggia dove potersi godere una giornata al mare senza dover condividere un po’ di spazio con la folla. Un rifugio per coloro che desiderano sentirsi in sintonia con la natura nei mesi invernali, Comino è un’oasi di sport acquatici, snorkeling e immersioni durante la stagione estiva.

Che giriate a bordo di un Tuk-Tuk o di una barca, siamo piuttosto certi che vi innamorerete di queste isole…

Le gemme di Gozo

Ġgantija Temples
Lunzjata Valley
Questo è uno dei luoghi più antichi al mondo. Esplorandolo, tornate indietro nel tempo e pensate a come i Neolitici che vivevano su quest’isola progettavano e costruivano questi templi. Come potevano farlo utilizzando rocce di calcare alte diversi metri che pesavano un sacco di tonnellate e come le spostavano? Questo sito patrimonio dell’UNESCO è il più antico tempio indipendente esistente al mondo. Il nome stesso, Ġgantija, deriva dalla parola maltese ġgant che significa gigante e, alla luce dei misteri di questi templi, pare un nome azzeccato!
Torre Ta’ Kenuna
Lunzjata Valley
La vecchia torre di avvistamento costruita dagli inglesi nel 1848 a Nadur risale ai tempi in cui i messaggi venivano passati alle navi tramite telegrafo. Oggi la torre, restaurata, è circondata da un giardino botanico in cui crescono piante locali.
Santuario Di Ta’ Pinu
Lunzjata Valley
Luogo di pellegrinaggio, questo tempio mariano è un capolavoro di architettura e testimonia la maestria dei costruttori nella scultura della pietra maltese. Il santuario è abbellito da una serie di mosaici sul sagrato della chiesa e da una serie di statue di marmo lungo il crinale della collina di Ta’ Għammar.
Rotunda Di Xewkija
Lunzjata Valley

Dedicata a San Giovanni Battista, la chiesa Rotunda di Xewkija si erge sopra gli altri edifici del villaggio. Costruita con la roccia calcarea locale nel ventesimo secolo, è un vero monumento di pietra che testimonia la bravura dei costruttori, degli scalpellini e degli intagliatori del posto. La cupola, che si valuta pesi circa 45000 tonnellate, è la terza cupola senza sostegno più grande del mondo.